Acido mandelico: cos’è, quando utilizzarlo e dove acquistarlo

Bentornate ragazze, in passato abbiamo già visto quali sono le qualità cosmetiche dell’acido salicilico e dell‘acido glicolico, ma in pochi conoscono i benefici dell’acido mandelico, un altro “acido della frutta” valido alleato di bellezza. Oggi vedremo tutti i suoi utilizzi, i benefici e le controindicazioni.

Acido mandelico, cos’è

L’acido mandelico appartiene anch’esso alla famiglia degli alfa-idrossiacidi (AHA), ed è un derivato dell’estratto delle mandorle amare (mandel in tedesco significa mandorla). Assieme ai suoi cugini sopra citati è largamente utilizzato come ingrediente cosmetico per le sue proprietà esfolianti e purificanti.

Infatti è sempre più facile trovarlo nella lista degli ingredienti dei trattamenti viso che aiutano a contrastare acne, brufoli, macchie di iperpigmentazione, opacità e altro ancora. Utilizzato soprattuto nei peeling chimici, al contrario degli altri acidi simili, l’acido mandelico esfolia solo gli strati superficiali della pelle, con un’azione più delicata. Inoltre non ha effetti fotosensibilizzanti: quindi può essere utilizzato anche in estate o prima dell’esposizione ai raggi UV. La sua formula delicata non causa arrossamenti, anche nei soggetti più sensibili: se avete qualche dubbio, chiedete sempre il consiglio di un professionista che può essere un centro estetico specializzato o un dermatologo.

Acido mandelico, quando si usa

Come detto in precedenza, l’acido mandelico vanta proprietà esfolianti, schiarenti, antibatteriche, antiossidanti e lenitive, ed è particolarmente utile nel trattamento di diversi inestetismi cutanei. Andando ad effettuare una leggera esfoliazione è perfetto per trattare la pelle grassa e tendenzialmente acneica; inoltre grazie alla sua azione purificante, leviga la pelle, allevia i rossori, riduce i segni dell’acne e limita l’eccessiva produzione di sebo.

Qui potete vedere il miglioramento della pelle acneica trattata con acido mandelico.

In caso di macchie di ipepgmentazione, l’acido mandelico aiuta a schiarire la pelle, grazie alla sua azione sbiancante e depigmentante, combattendo anche le discromie che compaiono con l’età.

Se invece il vostro obiettivo è combattere le rughe, anche quelle sottili, dovete sapere che l’acido mandelico favorisce il rinnovamento cellulare e riduce i segni di espressione. Inoltre stimola la naturale produzione di collagene, rendendo la pelle più tonica e compatta fin dalla prima applicazione.

Acido mandelico, controindicazioni

L’acido mandelico ha poche controindicazioni, anche se è sempre meglio adottare alcune precauzioni in quanto si tratta comunque di un acido. Anche se l’acido mandelico si può utilizzare anche in estate è comunque molto importante applicare sempre una protezione solare dopo il trattamento, evitando di esporre la pelle alla luce diretta del sole. Se intendete provare a farlo a casa, fate molta attenzione agli occhi e non applicatelo sulla palpebra mobile, per non rischiare irritazioni.

Un leggero bruciore e un arrossamento durante e subito dopo il trattamento sono normali ma, nel caso dovessero continuare, sospendete il trattamento e consultate il dermatologo. Quando studiavo estetica e abbiamo trattato l’acido mandelico, mi ricordo che l’insegnante ci disse di dare sempre un valore alla sensazione di bruciore, chiedendo alla cliente quanto bruciasse da 1 a 10 e di interrompere il trattamento solo quando era molto alto.

Anche se non è dimostrato che l’acido mandelico possa essere dannoso in gravidanza e allattamento è sempre meglio chiedere il parere del medico prima di praticare un qualsiasi trattamento in uno di questi due casi.

Acido mandelico, dove trovarlo

Sul mercato sono disponibile diversi tipi di trattamento a base di questo delicato acido dai molteplici benefici, qui di seguito potete trovare alcuni dei prodotti che ho provato personalmente e con la quale mi ci sono trovata molto bene. Per fare un trattamento completo, generalmente oltre al peeling utilizzo anche un latte detergente, un tonico e una crema, anch’essi a base di acido mandelico. Vorrei aggiungere che ho conosciuto questo brand quando lavoravo in istituto e sono molto contenta di averlo ritrovato su Amazon.

Inoltre qui di seguito potete trovare anche il pennello che si utilizza in genere per questo tipo di trattamento:

Per oggi il mio post termina qui continuate a seguirmi per scoprire assieme a me tanti altri rimedi di bellezza, offerte e ricette fai da te!

Fammi sapere quello che pensi dell'articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.